Articolo
Testo articolo principale

Calendario saldi 2018, anche la Regione Marche sia adegua a quelle che sono le linee guida nazionali andando a ufficializzare quali saranno i periodi riguardanti gli sconti invernali e quelli estivi.

La decisione in merito al calendario saldi 2018 è stata presa durante la settimanale riunione della Giunta regionale, con l’assessora al Commercio Manuela Bora che ha sottolineato come siano state rispettate le indicazioni di uniformare i periodi in ambito nazionale.

Una scelta quella del calendario dei saldi che, così come era avvenuto anche con gli sconti nel 2017, è stata concertata di comune accordo con le imprese di categoria e le associazioni di consumatori maggiormente rappresentative. Vediamo allora quando scatteranno nelle Marche gli sconti.

Calendario saldi 2018: le date

Anche la Ragione Marche quindi ha reso noto il calendario dei saldi per quanto riguarda il 2018. Come sempre sono stati indicate le date per gli sconti di fine stagione sia per quanto riguarda quella invernale che per quella estiva.

  • Saldi invernali: 5 gennaio 2018 – 1 marzo 2018
  • Saldi estivi: 7 luglio 2018 – 1 settembre 2018

I saldi invernali perciò come di consuetudine inizieranno a ridosso della Befana per concludersi poi a inizio marzo. Per gli sconti estivi invece si dovrà attendere il 7 luglio per poi poter usufruire degli sconti fino al 1 settembre.

Oltre a prendere bene nota del calendario dei saldi per quanto riguarda il 2018, è sempre però una scelta azzeccata tenere a mente alcune linee guida che i commercianti devono rispettare durante il periodo degli sconti.

Per prima cosa  non è mai inutile ricordare che i saldi non possono essere applicati in maniera indistinta su tutti i prodotti, ma soltanto su quelli a carattere stagionale oppure che possono subire un forte deprezzamento se non vengono venduti entro un preciso lasso di tempo.

Sulla merce in saldo poi deve esserci un chiaro cartellino recante il prezzo originale del prodotto e a quanto ammonta lo sconto in atto. Se un negozio poi durante l’anno accetta un determinato tipo di pagamento, vedi bancomat oppure assegno, è tenuto a farlo anche durante le svendite.

In più nel caso che il prodotto acquistato dovesse presentare dei difetti oppure dovesse risultare non idoneo, il commerciante è comunque tenuto a effettuare il cambio anche della merce in saldo.

Infine naturalmente i saldi nel 2018 potranno avvenire soltanto e in maniera tassativa durante i periodi sopra indicati. L’inizio degli sconti poi dovrà essere indicato da un cartello esposto nel negozio almeno tre giorni prima.

TAG: ,