Articolo
Testo articolo principale

Elezioni Castel di Lama 2018,  il Comune Piceno rientra nella lista dei Comuni interessati dalle amministrative. Nella Vallata è già scontro tra i candidati a sindaco.

Il Ministero dell’Interno ha ufficializzato la data di questa tornata delle elezioni amministrative e il primo turno si terrà domenica 10 giugno, con l’eventuale ballottaggio che quindi ci sarà domenica 24 giugno.

Sandra Sprecacè presenta la sua lista civica

Arriva da Sandra Sprecacè la candidatura a sindaco di Castel di Lama. Una candidatura che vuole essere libera da ogni richiamo politico, con l’unico intento di fare la migliore cosa possibile per il Comune.

“Tutti mi hanno tirato la giacca da ogni parte, lo ha fatto il Pd con il segretario del locale circolo insieme al candidato sindaco Vincenzo Camela. Lo hanno fatto in più di una occasione, coinvolgendo anche ex parlamentari, purtroppo interessati solo alla Sprecacè portatrice di consensi. Niente sui programmi. Solo numeri. – ha confessato la candidata – Qualche personaggio di Destra comincia a farmi la corte politica. Parliamo di programmi. Esponenti di spicco del Centrodestra, tra questi Piero Celani, si esprimono a mio favore”.

Ma la ex essessora Sandra Sprecacè ha deciso di correre da sola, senza simboli e con una lista civica. Agli esponenti di partiti e movimenti, però, non chiude la porta in faccia. “Abbiamo bisogno di idee. – ha detto – Ben vengano quelle dei simpatizzanti di Forza Italia, del Pd, della Lega, di Fdi, di Leu, del Movimento 5 Stelle. Idee attuabili, non utopie”.

La lista della Sprecacè si chiama  “Noi facciamo così … Qui a Castel di Lama”, e nel nome secondo la candidata ci sarebbero i motivi della scelta e le intenzioni programmatiche: una citazione dal discorso di Pericle agli Ateniesi, in cui sono riportati tutti i principi che ispirano la nostra scelta politica , “a” Castel di Lama e “per” Castel di Lama. 

Una squadra guidata da un gruppo di persone che già hanno messo a disposizione le proprie qualificate conoscenze ed esperienze in ogni campo.

Quattro donne, ognuna con il proprio bagaglio di esperienza che sapranno offrire il loro determinante supporto. E tra gli uomini avremo anche un giusto equilibrio tra esperienze e talenti, oltre che sagacia politica. 

Emidio Colucci per il centrodestra

Il centrodestra,dopo le avance alla Sprecacè e la rottura, sfodera il suo candidato quasi a scadenza di presentazione delle liste, scegliendo il farmacista Emidio Colucci, 53enne di Castel di Lama. 

Colucci è il candidato della lista che porta i simboli di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Il centrodestra fa sapere di aver già messo a punto “il programma di governo a servizio del cittadino, che sarà presentato, nel corso della campagna elettorale, ai Lamensi”.

Vincenzo Camela per il Pd 

La lista del centrosinistra si chiama “Uniti per Castel di Lama” e propone Vincenzo Camela come candidato sindaco.

La lista si compone di: Claudio Bellini, Mattia Canala, Gabriele Cori, Vittoria Di Lorenzo, Silvia Domizi, Stefano Falcioni, Pio Filipponi, Claudia Grassi, Denio Marozzi, Fabio Pechinelli, Cinzia Peroni, Guido Re.

Mauro Bochicchio per il Movimento 5 Stelle

L’altro candidato a sindaco ufficializzato è Mauro Bochicchio per il Movimento 5 Stelle. 

Francesco Ruggieri ci riprova con una lista civica

Torna anche l’ex sindaco sfiduciato dalla minoranza durante il mandato delle ultime amministrative. Francesco Ruggieri ci riprova con una lista civica chiamata “Castel di Lama per tutti”. Su Facebook l’ex primo cittadino scrive:

“Oltre 200 persone, senza alcuna pubblicità ma solo col passa parola, sono venute alla pista di pattinaggio per conoscere i candidati della nostra lista e darci l’entusiasmo giusto per partire in questa avventura. Sono sicuro che con voi al nostro fianco riusciremo a vincere la sfida elettorale del prossimo 10 giugno”.

Leggi anche Elezioni Grottammare 2018, quando si vota? Data, candidati e scenari

TAG: , , ,