Articolo
Testo articolo principale

Il Coro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, fondato nel 2001, dopo la positiva esperienza al “Rossini Opera Festival 2017” di Pesaro, parteciperà anche quest’anno al noto festival lirico internazionale, giunto alla 39^ edizione. Il Maestro Giovanni Farina, Direttore del Coro dal 2012, ha fornito alcuni dettagli sulla partecipazione del Coro Ventidio Basso all’edizione 2018 del ROF. 

Il “ROF 2018” per i 150 anni dalla scomparsa di Rossini

Nel 2018, il ROF avrà un significato speciale, dato che ricorrono i 150 anni dalla scomparsa del compositore Gioachino Rossini, a cui la rassegna pesarese è dedicata. Per questo, la partecipazione del Coro Ventidio Basso sarà ancor più significativa.

“Rossini è tra gli autori di musica classica e lirica più importanti”, dice il Maestro Farina. “Tutti i teatri del mondo stanno celebrando, con l’esecuzione delle sue opere, il 150° anniversario della scomparsa del compositore pesarese. Tra questi, La Scala di Milano, il Metropolitan di New York e il Covent Garden di Londra”.

“Il Rossini Opera Festival di Pesaro rappresenta il clou di queste celebrazioni, perché si tiene nella città natale del compositore. A Pesaro c’è uno studio musicologico su Rossini compiuto da alcuni altri studiosi, in cui sono state riprese le partiture originali dell’Ottocento, e le opere vengono eseguite cercando di essere il più possibile fedeli ai manoscritti rossiniani”.

 “Il Coro che dirigo parteciperà al ROF 2018 con due opere. Il Ricciardo e Zoraide andrà in scena all’Adriatic Arena sabato 11 agosto, con repliche il 14, 17 e 20 agosto. Con Il Barbiere di Siviglia, invece, andremo in scena il 13, 16, 19 e 22 agosto”.

L’opera del Ricciardo e Zoraide, poco eseguita perchè difficile da mettere in scena, festeggerà un importante anniversario, dato che la sua prima esecuzione avvenne nel 1818 al Teatro San Carlo di Napoli, esattamente duecento anni fa. La revisione della partitura originale è stata effettuata da Federico Agostinelli e da Gabriele Gravagna. L’opera verrà trasmessa in diretta sabato 11 agosto alle ore 20 su Radio3, ma anche in differita il 30 agosto alle 21.15 su Rai5. 

“Insieme al Coro Ventidio Basso”, continua il Maestro Giovanni Farina, “ci sarà l’Orchestra Sinfonica della Rai, con due bravissimi cantanti lirici: il più grande tenore al mondo Juan Diego Florez e il soprano di fama internazionale Pretty Yende. Per quanto riguarda Il Barbiere di Siviglia, è senza dubbio l’opera più conosciuta di Rossini e viene immediatamente associata al compositore.”

“Il ROF  ha compiuto delle scelte importanti, in modo da far ascoltare al pubblico delle opere appartenenti sia al repertorio serio di Rossini (con il Ricciardo e Zoraide), sia a quello buffo (con Il Barbiere di Siviglia)”.

Coro Ventidio Basso

Il Direttore del “Coro Ventidio Basso”, il Maestro Giovanni Farina

Il Coro Ventidio Basso per la seconda volta al “ROF”

Il Coro Ventidio Basso, che è una realtà importante per la Provincia di Ascoli Piceno, è migliorato negli anni, partendo da uno spazio regionale e arrivando alla dimensione internazionale del ROF.

Secondo il Maestro Farina, lo scopo del Coro è “quello di essere un trampolino di lancio per i giovani coristi, che hanno voglia di studiare e di andare avanti. Ma il mio intento è anche quello di far appassionare i giovani alla musica lirica”.

“Oltre che con il Circuito Lirico Marchigiano (che comprende i teatri di Ascoli, Fermo e Fano), collaboriamo con il Teatro Pergolesi di Jesi e con il Teatro Marruccino di Chieti. Molte testate giornalistiche nazionali e internazionali ci hanno menzionato, parlando molto bene di noi”.

“L’età media della mia compagine è molto giovane e fresca, intorno ai 30 anni, mentre in altri Cori l’età media si aggira attorno ai 50 anni; negli anni, molti nostri coristi sono entrati a far parte di importanti Cori nazionali, potendo poi vivere di questo mestiere”.

Collaborazione con il regista Pizzi e con il Maestro Abbado

“Lo scorso anno siamo arrivati a Pesaro e non ci conosceva quasi nessuno, ma è stato un grande successo. Il Maestro Roberto Abbado, con cui abbiamo collaborato lo scorso anno, ci ha molto elogiato per la nostra intonazione e bravura”.

“Il grande regista Pier Luigi Pizzi, quasi novantenne, è un’esteta che ha delle idee giovanissime. Lui ci stima tantissimo ed è molto bravo a lavorare con i giovani. Con lui faremo Il Barbiere di Siviglia, che avrà una scenografia bellissima ed elegante, con scene vivaci e mai sopra le righe.”

Il regista Marshall Pynkoski, invece, curerà il Ricciardo e Zoraide, che è un’opera molto difficile da eseguire, ma altrettanto facile da ascoltare”.

“Per quest’anno”, auspica il Maestro Farina, “mi auguro che il successo del 2017 non solo sia replicato, ma addirittura migliorato”.

Informazioni sul Coro Ventidio Basso

Il Maestro Giovanni Farina ha affermato che sul podio ci sarà solo il Direttore d’Orchestra, mentre lui si occuperà della preparazione e del supporto al Coro dietro le quinte.

“Nell’opera Ricciardo e Zoraide, ci saranno due brani che saranno cantati, dietro le quinte, dal Coro insieme a una parte dell’Orchestra. Praticamente, io dirigerò due mini-concerti, che si terranno durante il Primo Atto e durante il Secondo Atto, con il pubblico che non ci vedrà in scena ma potrà solo ascoltarci”.

Il Coro Ventidio Basso, formato in tutto da circa 80 elementi (di cui 47 parteciperanno al “ROF”), non è di facile gestione. “Ma”, prosegue il Maestro, “non sarei in grado di farcela senza l’aiuto del Consiglio direttivo, del Comitato artistico, nonché quello del Presidente del Coro, il Dott. Ing. Pietro Di Pietro, che è una persona eccezionale e mi dà una grandissima mano”.

Alle opere e ai concerti in cui è presente il Coro Ventidio Basso, non partecipano tutti gli elementi del Coro, ma solo una parte, per esigenze di costumi e di spazi. “Nelle opere liriche”, conclude il Maestro Farina, “c’è un numero specifico di coristi, a seconda delle richieste del regista e del Direttore d’Orchestra. In seguito, io selezionerò i coristi in base alla vocalità richiesta per l’esecuzione”.

Prossimi impegni del Coro, dopo il “ROF”

Dopo l’impegno con il Rossini Opera Festival, il Coro Ventidio Basso parteciperà ad altri progetti.

A settembre ci sarà un evento in collaborazione con la Banda di Venagrande, oltre ad un concerto dedicato al vino a Castignano. In seguito, inizierà la preparazione dell’opera “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi, che verrà messa in scena ad Ascoli Piceno, Chieti, Fano, Jesi e Fermo. Infine, il Coro sarà impegnato nel progetto “Lirica nelle scuole” e nel “Concerto di Capodanno 2019”.

TAG: , , , ,