Articolo
Testo articolo principale

Anche se il picco dell’influenza 2019 è ancora previsto per il mese di febbraio, il virus nel mese di gennaio ha già colpito moltissimi marchigiani, trasformando la nostra regione nella più colpita d’Italia. A dirlo è l’Istituto Superiore della Sanità nel suo rapporto sull’influenza stagionale.

Nelle Marche abbiamo avuto un brusco incremento del numero dei casi di influenza, con una incidenza di 21,25 casi ogni 1000 assistiti. I più colpiti come sempre sono i più piccoli, ma anche i ragazzi tra i 5 e i 14 anni. 

Leggi anche: Vaccino influenza Ascoli, inizia oggi la campagna antinfluenzale 2018

Influenza 2019, come difenderci 

Per rafforzare le difese immunitarie Coldiretti suggerisce una dieta antigelo a base di vitamina C, presente non solo nelle arance ma anche nei cavolfiori, negli spinaci, nella cicoria, nella zucca, nel radicchio, nei broccoletti, nel cavolo nero, nella verza, nei fagioli e nei ceci.

Consigliatissimo anche il miele, vero e proprio antibiotico naturale, e cipolle e aglio per la valenza antibatterica.

Per questo Campagna Amica lancia l’Arancia Day, sabato 26 gennaio, dalle 9 alle 11.

Influenza, quanto durerà e che virus sarà

Secondo gli esperti, quest’anno l’influenza colpirà circa 5 milioni di italiani tra autunno e inverno. Probabilmente il virus di quest’anno sarà l’AHN1 e il virus B

Previsione, questa, del virologo e ricercatore Fabrizio Pregliasco del Dipartimento di scienze biomediche per la salute dell’Università degli studi e direttore sanitario del l’Irccs Galeazzi. I numeri sono stati illustrati nel corso del tradizionale incontro sul tema promosso dall’Associazione nazionale farmaci di automedicazione.

Quali sono i sintomi dell’influenza

Con il termine influenza si comprendono varie forme infettive, ma la vera influenza ci sono tre sintomi dell’influenza che devono essere presenti contemporaneamente:

  1. febbre elevata a insorgenza brusca,
  2. sintomi sistemici come dolori muscolari-articolari,
  3. sintomi respiratori come tosse, naso che cola, congestione-secrezione nasale o mal di gola.

Se questi tre sintomi influenzali non si presentano contemporaneamente, secondo gli esperti, si può parlare di ingestioni respiratorie acute o sintomi para-influenzali.

Come prevenire l’influenza

Il vaccino antinfluenzale secondo il virologo è migliore salvavita per le persone fragili, per tutte persone sopra i 65 anni e i malati cronici.

Per chi è già influenzato ci sono moltissimi rimedi, naturali e non, da acquistare facilmente in farmacia.

TAG: , ,