Articolo
Testo articolo principale

L’estate del Festival dell’Appennino 2019 fa il pieno di presenze e partecipazione, per fare una pausa fino a settembre, in vista delle ultime tre date di questa edizione e avvia una preziosa collaborazione turistica con l’associazione Meta Italia 360.

Festival dell’Appennino 2019, il primo pacchetto turistico

L’ultima tappa dello scorso 12 luglio ha inoltre inaugurato la collaborazione con l’associazione Meta Italia 360, accogliendo un gruppo di tredici persone arrivato dalla provincia di Vicenza. L’obiettivo è far scoprire i luoghi più nascosti d’Italia attraverso escursioni e visite guidate.

Si tratta del primo pacchetto turistico all’interno del Festival dell’Appennino per il Masterplan Terremoto: un weekend di tre giorni costruito attorno al tema della Quintana. Il primo giorno è stato dedicato interamente al Festival dell’Appennino, il secondo alla scoperta dell’Eremo di San Marco con l’incontro con l’artista Giuliano Giuliani nella sua cava-laboratorio, per concludere ad Ascoli Piceno e ad Offida.

Un secondo gruppo sarà accolto a settembre.

Il progetto e il Masterplan Terremoto

Ricordiamo che il Festival è un progetto realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno nell’ambito delle misure di contrasto alle conseguenze del sisma, un modo incantevole di scoprire e vivere il territorio, i borghi e le montagne del Piceno, partecipando a escursioni, eventi culturali, concerti, visite guidate e performance teatrali in italiano e in inglese in scenari meravigliosi e suggestivi.

Tutti gli eventi sono gratuiti e aperti alla comunità. Ogni escursione è accompagnata da guide specializzate, sono importanti abbigliamento e scarpe adeguate. Le comunità locali allestiscono punti di ristoro per gustare i prodotti tipici.

TAG: , , ,