Articolo
Testo articolo principale

Tanti saranno i concorsi pubblici 2020 in uscita. Il 2020 si prospetta come  l’anno dei record per le assunzioni, infatti tante saranno le opportunità di lavoro soprattutto per coloro che cercano un’occupazione nel settore pubblico.Tra i bandi che saranno pubblicati, ci sono quelli indetti dalle forze armate, come quello della Guardia di Finanza in scadenza il 3 Aprile,   quello dell’ Agenzia delle Entrate che scade il 17 Maggio, in arrivo anche quello dell’Inps.

Ricordiamo che per far fronte alla grande emergenza epidemiologica del coronavirus, alcune sedute e prove d’esame sono sospese fino al 3 Aprile.

Concorsi Pubblici 2020, bando della Guardia di Finanza 

Sulla Gazzetta Ufficiale è possibile trovare pubblicato il bando di concorso per  titoli ed esami per partecipare al 92°corso presso la scuola ispettori e sovraintendenti della Guardia di Finanza per l’arruolamento di 860 allievi marescialli del contingente ordinario e 70 del contingente di mare, in scadenza il 3 Aprile alle ore 12.

La domanda deve essere compilata on line tramite posta certificata (P.E.C.); per gli interessati, dopo essersi registrati nel portale, grazie alla propria area riservata, potranno accedere per compilare il form di compilazione per la domanda.

Sarà possibile presentare domanda per uno solo dei contigenti o specializzazioni .

I requisiti. 

Possono partecipare :

  • coloro che anche se già alle armi che hanno compiuto il diciassettesimo anno d’età alla data di scadenza del termine per presentare la domanda e che non superano il giorno di compimento del 26°anno d’età,
  • coloro che anche se minorenni, hanno il consenso dei genitori o del genitore che abbia la podestà o funga da tutore,
  • coloro che sono in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che permetta  l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute o coloro che  non ancora in possesso del citato diploma alla data di scadenza presentare le domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2019/2020.

Concorso Agenzie delle Entrate:

Per quanto riguarda le Agenzie delle Entrate e l’Agenzia delle Dogane e Monopoli, le date non sono certe ma il concorso dovrebbe essere pubblicato entro l’anno, e già a partire da Luglio verranno selezionati coloro che svolgeranno all’interno un tirocinio retribuito dalla durata di sei mesi, per poi essere sottoposti ad un esame per l’assunzione definitiva.  Per questo settore,sono previsti circa 500 assunzioni a tempo indeterminato affinchè venga potenziato il personale dell’area fiscale. Anche per  l’Agenzia delle Dogane sono previsti due concorsi, il primo prevede 200 assunzioni nell’area II e il secondo 100 da funzionari nell’area III. Il requisito principale dovrebbe essere quello il possesso della laurea triennale o a ciclo unico in discipline economiche e giuridiche.

Per saperne di più, basta consultare il sito dove verrà pubblicato il bando.

Concorso Inps:

Dovrebbe uscire entro l’estate il concorso indetto dall’Inps che prevede 1.869 assunzioni a tempo indeterminato con l’incarico di funzionario; durante un incontro a Napoli, il Presidente Pasquale Tridico ha confermato che il nuovo concorso dovrebbe essere in uscita.

“Circa 3500 operatori sono stati già assunti a luglio presso gli uffici Inps, mentre 2000 verranno assunti prossimamente grazie al concorso che sarà bandito tra poche settimane” ha detto. Si tratterebbe quindi di circa, 1869 posti disponibili  e tra le nuove assunzioni ci saranno posti anche per  le varie figure ricercate, come  avvocati, medici e impiegati e come requisito principale sarà il possesso del diploma o della laurea.

Come prova, ci sarà quasi sicuramente una che testerà le capacità logiche; inoltre per tutti coloro che vogliono iniziare a prepararsi, è consigliato anche ripassare la lingua inglese e anche le varie competenze informatiche che saranno presenti nelle varie prove.

Per sapere tutti gli altri concorsi in scadenza o quelli ancora aperti, regione per regione, basta andare sul sito.

Concorso per l’esercito:

La domanda per partecipare al concorso per la nomina di tenenti in servizio permanente nei ruoli normali del Corpo di Ingegneri, del Corpo Sanitario e del Corpo di Commissariato dell’esercito, scade il 4 Aprile. I requisiti sono:  la licenza media,la cittadinanza italiana,il godimento dei diritti civili e politici, la condotta incensurabile, l’idoneità psico-fisica e l’attitudine per l’impiego nelle Forze Armate.

Cinque posti saranno per i  Tenenti nel ruolo normale del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito così ripartiti:
1) 1 posto per laureati in Ingegneria elettronica (LM 29);
2) 1 posto per laureati in Ingegneria delle telecomunicazioni (LM 27);
3) 2 posti per laureati in Ingegneria informatica (LM 32) ovvero Informatica (LM 18) ovvero Sicurezza informatica (LM 66);
4) 1 posto per laureati in Ingegneria civile (LM 23) con abilitazione all’esercizio della professione;
b) concorso per la nomina di 6 Tenenti nel ruolo normale del Corpo Sanitario dell’Esercito così ripartiti:
1) 5  posti per laureati in Medicina e chirurgia (LM 41) con abilitazione all’esercizio della professione;
2) 1 posto per laureati in Medicina veterinaria (LM 42) con abilitazione all’esercizio della professione.
c) concorso per la nomina di 3  Tenenti nel ruolo normale del Corpo di Commissariato dell’Esercito così ripartiti:
1) 2 posti per laureati in Giurisprudenza (LMG/01);
2)1 posto per laureati in Scienze dell’economia (LM 56).

I requisiti.

  • Possono partecipare coloro che non abbiano superato il giorno del compimento del:
     40° anno di età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Esercito, della Marina Militare o dell’Aeronautica Militare che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento,
  • 34° anno di età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Arma dei Carabinieri che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento, 
  • 35° anno di età, se non appartenenti alle predette categorie;
  •  siano in possesso della cittadinanza italiana;
  •  godano dei diritti civili e politici;
  •  non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda e per inidoneità psico-fisica e mancato superamento dei corsi di formazione di base di cui all’art. 957, comma 1, lettera e-bis del Codice dell’Ordinamento Militare;
  • se concorrenti di sesso maschile, non siano stati dichiarati obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio sostitutivo civile ai sensi della Legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano presentato apposita dichiarazione irrevocabile di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni dalla data in cui sono stati collocati in congedo, come disposto dall’art. 636 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66. In tal caso, l’esito della dichiarazione dovrà essere allegato alla domanda di partecipazione al concorso;
  •  non siano stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna;
  •  se militare, non avere in atto un procedimento disciplinare avviato a seguito di procedimento penale che non si sia concluso con sentenza irrevocabile di assoluzione perché il fatto non sussiste ovvero perché l’imputato non lo ha commesso, 
  •  non siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
  •  hanno tenuto condotta incensurabile;
  •  non abbiano tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non danno sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato.

Inoltre, per coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio e degli ulteriori requisiti culturali specificamente indicati:
1) per il posto di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 1), laurea magistrale in Ingegneria elettronica (LM 29);
2) per il posto di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 2), laurea magistrale Ingegneria delle telecomunicazioni (LM 27);
3) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 3), laurea magistrale in Ingegneria informatica (LM 32) ovvero Informatica (LM 18) ovvero Sicurezza informatica (LM 66);
4) per il posto di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 4), laurea magistrale in Ingegneria civile (LM 23) con abilitazione all’esercizio della professione;
5) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), numero 1), laurea magistrale in Medicina e chirurgia (LM 41) con abilitazione all’esercizio della professione;
6) per il posto di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), numero 2), laurea magistrale in Medicina veterinaria (LM 42) con abilitazione all’esercizio della professione;
7) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera c), numero 1), laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01);
8) per il posto di cui all’art. 1, comma 1, lettera c), numero 2), laurea magistrale in Scienze dell’economia (LM 56).

 

 

 

Leggi anche Lavoro Ascoli, la Ciip cerca tre nuove figure professionali

 

 

 

 

 

 

TAG: , ,