Articolo
Testo articolo principale

Il Governo è pronto per preparare il nuovo dpcm che arriverà pochi giorni prima delle festività natalizie e  conterrà le misure di contenimento al coronavirus  in accordo con le regioni. Le ipotesi sono varie, dalla riapertura di bar, ristoranti e negozi in modo da assicurare maggiore respiro ai commercianti, proroga del coprifuoco che passerebbe dalle 22 alle 23 o alle 24, no agli spostamenti fuori regione .

Coronavirus, cosa succederà a Natale?

Manca poco al 3 Dicembre, giorno ultimo dell’ultimo dpcm che vede l’Italia divisa in tre zone, rossa, arancione e gialla e iniziano a essere sempre più sicure le ipotesi di un nuovo decreto in vista del Natale.

L’esecutivo infatti, è già pronto per valutare quale sia la soluzione migliore in modo da  evitare assembramenti e la terza ondata di contagi ma anche a dare possibilità a tutti gli italiani di vivere le feste seppur in modo diverso e soprattutto dare ampio respiro ad una categoria in seria difficoltà in questo periodo e duramente colpita dalle conseguenze economiche di questa emergenza, quella dei commercianti. 

Al vaglio ci sono delle nuove  misure che potrebbero entrare in vigore il 4 Dicembre, da cui si prospettano eventuali riaperture e un leggero allentamento delle restrizioni, con negozi aperti fino a tarda sera, in modo da evitare assembramenti durante il giorno, , così come sembra che potrebbero riaprire anche i ristoranti, sempre con un limite massimo di clienti. Il tutto nelle zone arancioni e gialle e non in quelle rosse.

Tali misure sono solo delle ipotesi che dovranno essere vautate in base all’andamento della curva epidemiologica.

Ecco le ipotesi:

  • riaperture di bar, ristoranti e negozi. Le attività commerciali aprirebbero dalle 9 alle 22 in vista dello shopping natalizio,
  • i centri commerciali aperti nel fine settimana,
  • coprifuoco, che dovrebbe cambiare orario, non più alle 22 ma alle 23 o alle 24,
  • le feste continueranno a essere vietate così come i cenoni,
  • resteranno chiuse le palestre,
  • chiusi anche gli impianti sciistici,
  • stop agli spostamenti tra le regioni rosse e quelle arancioni anche sotto Natale .

Leggi anche Natale 2020, l’appello del Bim Tronto: per i regali puntiamo sul Made in Piceno

TAG: , , , ,