Articolo
Testo articolo principale

RisorgiMarche 2020, il festival ha preso il via il 18 Luglio con un ricco programma di  concerti nei borghi, nei parchi archeologici, eventi all’alba e al tramonto.

Quest’anno non è previsto nessun concerto nei prati, così da evitare assembramenti e garantire il rispetto delle norme di sicurezza. Tra le novità, sarà l’ingresso a pagamento; è previsto infatti un biglietto solidale, dal costo di 5 euro. Inoltre, per chi vuole  sostenere le aree del cratere, è previsto un ulteriore biglietto dal valore di 20 euro. 

La prossima data prevista è quella di domani a Montemonaco con la Banda della Ricetta mentre nel mese di Agosto ci saranno due graditissimi ritorni, il 5 Agosto Brunori Sas e il 23 Niccolò Fabi . Tra gli ultimi eventi aggiunti di recente, anche il concerto di Giovanni Truppi previsto per il 24 Agosto.

RisorgiMarche 2020, il programma completo 

Risorgimarche è partito il 18 Luglio con 18 concerti inseriti nel calendario previsto per la quarta edizione.

Sarà un’edizione “che vuole essere ancora più vicina alle comunità colpite dal terremoto” ma anche speciale e sicuramente diversa da tutte le altre, caratterizzata si dal rispetto delle norme anticovid (dal distanziamento sociale, censimento dei partecipanti e sanificazione degli spazi e dei materiali) ma che comunque sia, avrà alla base sempre lo stesso obiettivo,  rivalorizzare e ripopolare quelle comunità e quelle aree colpite dal sisma, grazie all’arte, alla musica e allo spettacolo.

Gli eventi si svolgeranno tra le cittadine e le frazioni di Falerone, Corridonia, Treia, Apiro, Montemonaco, Sarnano, Offida e Camerino.

Ecco il programma con gli ultimi eventi aggiunti:

  • 25 Luglio  la Banda della Ricetta al Parco Monteguarnieri di Montemonaco,
  • 28 Luglio Peppe Servillo e Solis Strong Quartet in Piazza della Repubblica a Treia,
  • 29 Luglio Ziad Trabelsi e Carthage Mosaik all’abbazia di Sant’Urbano di Apiro
  • 1 Agosto Enzo Avitabile nella Piazza Alta di Sarnano,
  • 2 Agosto Dente in Piazza del Popolo a Offida,
  • 5 Agosto Brunori Sas concerto acustico con la partecipazione di Neri Marcorè in Piazza Vittorio Emanuele II a Caldarola,
  • 22 Agosto Ramin Bahrami in Piazza Cavour a Camerino,
  • 23 Agosto Niccolò Fabi all’Arena La Cava a Ripe San Ginesio,
  • 24 Agosto Giovanni Truppi al Parco Castello a Fiuminata,
  • 25 Agosto i Filarmonici Camerti in Piazza Cavour a Camerino,
  • 27 Agosto Mario Brunello in Piazza Cavour a Camerino,
  • 29 Agosto Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura in Piazza Cavour a Camerino.

Nelle prossime settimane saranno annunciati altri concerti compresi quelli con le escursioni al tramonto e all’alba.

Per partecipare ad ogni evento è necessaria la prenotazione, visto che i posti saranno limitati (quelli disponibili saranno tra i 200 e gli 800) e si dovrà pagare un biglietto “solidale” di 5 euro. Il ricavato sarà devoluto ai vari comuni che ospitano la quarta edizione del Festival.

La quarta edizione 

Un’edizione  diversa da tutte le altre, ma che perseguirà sempre lo stesso obiettivo; ripopolare tutte quelle aree colpite dal terremoto del 2016 attraverso la musica, l’arte, lo spettacolo e la presenza di artisti dal calibro nazionale e internazionale.

Un grande successo confermato dai primi sette concerti svolti nel mese di Luglio che sono andati sold out mentre c’è stato un grande interesse anche per quelli di fine Agosto realizzati in collaborazione con Camerino Festival.

Un vero e proprio evento che nel corso di questi tre anni, ha richiamato il pubblico da tutta Italia e dall’estero, portando anche ulteriori risorse nel settore turistico. Il programma 2020 prevede infatti concerti nei borghi, nei parchi archeologici ed escursioni all’alba e al tramonto. Residenze artistiche e percorsi solidali e possibilità di organizzare visite guidate nei musei e nei parchi situati nelle aree del cratere sismico mentre non ci sarà nessun concerto sui prati. 

La  quarta edizione di RisorgiMarche,è caratterizzata dal massimo rispetto delle normative anti Covid  previste per le iniziative dal vivo, quindi censimento dei partecipanti attraverso la prenotazione online,  distanziamento sociale e sanificazione di spazi e materiali e del personale, “Cambiamenti che andranno a evidenziare alcuni valori come i siti archeologici e i luoghi più belli” ha detto Marcorè. 

Una vera e propria forma modulare, come ha spiegato il Direttore Esecutivo, Gianbattista Tofoni, il quale ha precisato anche “che proprio per marcare con ancora più forza la nostra vicinanza alle popolazioni locali e dare un’ulteriore spinta al tessuto economico,per l’occasione segnaleremo al pubblico, ristoranti,strutture ricettive, punti enogastronomici e dell’artigianato utilizzando i vari canali di RisorgiMarche. L’unico modo possibile, per poter dare continuità ad una manifestazione nata con un obiettivo imprescindibile: la vicinanza, concreta e tangibile, nei confronti delle comunità del cratere mantenendo vivi i flussi turistici nei Comuni. 

L’iniziativa nata come forma di sostegno, è diventata una realtà che “sarebbe un peccato abbandonare, per questo, durante gli eventi sarà sempre garantita la sicurezza. Ci sarà quindi una duplice attenzione non solo all’organizzazione ma anche alla sicurezza” ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura Moreno Pieroni. 

Leggi anche Le Marche Experience, alla scoperta dei borghi ascolani

TAG: , , , , ,