Articolo
Testo articolo principale

Ascoli Calcio: grande successo per l’iniziativa “Ieri, oggi e sempre Ascoli Calcio”, organizzata dagli “Ultras 1898”. Nel corso dell’evento, si sono alternati momenti di divertimento, di pura passione calcistica e di emozioni forti. Dopo il mini-torneo tra le scuole calcio del Piceno, c’è stato il “clou” della manifestazione, ovvero la presentazione delle 73 “Vecchie Glorie” bianconere (beninteso, l’aggettivo “vecchie” è relativo al tempo che è trascorso, non all’età anagrafica dei presenti), seguita da una divertente partita tra due formazioni piene di talento.

C’è stata anche una piccola sorpresa, con la prima apparizione ufficiale di Paolo Zanetti in veste di nuovo allenatore dell’Ascoli Calcio; il nuovo Mister ha dichiarato: “Voi tifosi siete straordinari, ho la pelle d’oca. Vi prometto che questa squadra sarà degna di meritare tutto questo”.

Ascoli Calcio: grandi emozioni e divertimento con le “Vecchie Glorie”

Riviviamo i momenti salienti della suggestiva giornata bianconera, all’insegna dell’Amarcord e del buon calcio. Sono stati 73, gli ex-bianconeri (ad eccezione di Carpani, che tuttora è di proprietà dell’Ascoli) che hanno partecipato alla bellissima manifestazione “Ieri, oggi e sempre Ascoli Calcio”. Partiamo dalla fine, ovvero prima del concerto della band “Le Trame di Rino”: c’è stato un commovente saluto alla vecchia e gloriosa Curva Sud intitolata al “Presidentissimo” Costantino Rozzi (che sarà demolita durante l’estate). La Curva è stata illuminata con dei fumogeni di colore rosso (come la passione che lega tutti i tifosi del Picchio), mentre nella Tribuna Est veniva esposto lo striscione “Grazie per averci cresciuto, addio Curva Sud”; ovviamente, sarà costruita una nuova Curva Sud, più confortevole e pronta ad ospitare i molti “cuori bianconeri”.

Prima della partita tra le “Vecchie Glorie”, è stata allestita una spettacolare coreografia, consistente in un’immaginaria “linea del tempo” che ha compreso tutti gli stemmi dell’Ascoli, dalla sua fondazione fino ad oggi; il tutto, circondato da una cornice di cartoncini bianchi e neri, per testimoniare l’amore che accomuna tutti i supporters della “Regina delle Marche”.              

Sono stati molti, poi, i cori riservati a coloro che hanno fatto la storia dell’Ascoli Calcio: dal grande e immenso Costantino Rozzi, ai mitici allenatori Carletto Mazzone e Mimmo Renna, ai compianti portieri Roberto Strulli e Andrea Pazzagli, fino ad arrivare al Sindaco di Amatrice ed ex-allenatore della Squadra Primavera Sergio Pirozzi (il quale ha preso il microfono, urlando a squarciagola insieme al pubblico “La gente come noi non molla mai”); passando per gli artefici di miracolose salvezze in Serie B, come Fabrizio Castori (“Uno di noi, Castori uno di noi”), Massimo Silva e Franco Colomba.

Applausi scroscianti per il “Re della Rabona” Giovanni Roccotelli, per il “portierone” Fabrizio Lorieri, ma anche per Pietro Tripoli, Francesco “Ciccio” Passiatore, Andrea Barzagli, Andrea Soncin, Giovanni Indiveri, Gigi Giorgi, Giuseppe Bellusci, Riccardo Orsolini, Giancarlo Pasinato, Adelio Moro, Aldo Sensibile, Orlando Nardi, Donato Anzivino (solo per citarne alcuni).

Ascoli Calcio

Il commovente saluto alla vecchia Curva Sud “Rozzi”

Ascoli Calcio: la cronaca della partita e i gol

Per la cronaca, la partita tra “Bianchi” e “Neri” si è conclusa in parità, con il pirotecnico risultato di 4-4. Nel corso del primo tempo, da segnalare almeno un paio di parate decisive di Lorieri. Clamoroso errore dal dischetto di Fontana, su rigore concesso dall’arbitro Giuliano Tosti. Hanno aperto le danze i “Neri” con il “Cobra” Andrea Soncin, pareggio dei “Bianchi” con Pietro Tripoli (poi artefice di una splendida tripletta). Poi, il bomber dei “Diabolici” Francesco “Ciccio” Passiatore ha trafitto l’incolpevole Lorieri con un preciso destro al volo. Altri due gol di pregevole fattura, da parte dell’attaccante Tripoli per il 4-1 dei “Bianchi”, prima del 4-2 di Luigi Grassi su calcio di rigore.

Nel secondo tempo, poche azioni rilevanti, a parte la rimonta dei “Neri”, con i gol di Claudio Pierantozzi e Benito Carbone: 4-4 il risultato finale del match.

E’ stata una bella iniziativa, da ripetere in futuro, magari con la presenza di altri importanti ex-calciatori bianconeri.

TAG: , , , ,