Articolo
Testo articolo principale

Spettacolo puro, quello offerto dalla Quintana Luglio 2018. La Giostra è stata vinta da Massimo Gubbini per il Sestiere di Porta Tufilla, in sella a “West Growe”, purosangue inglese di 7 anni. Gubbini, al rientro dopo l’assenza per infortunio dello scorso anno, ha dimostrato di non avere perso la voglia di vincere. Il cavaliere folignate era in seconda posizione dopo la prima tornata, ed è stato autore di una rimonta che sa di capolavoro. 

E’ stata una gara al cardiopalmo, vinta per soli 22 punti dal Sestiere rossonero nei confronti di Porta Solestà (1944 punti contro 1922), rappresentata dal cavaliere Luca Innocenzi (che ha montato “Try Your Luck”, con cui aveva vinto 4 Quintane), il quale si è dovuto accontentare del secondo posto. Il cavaliere gialloblu, come Gubbini, ha subìto una penalità nella prima tornata, ma il suo cavallo è risultato più lento nella terza tornata.

Un ottimo terzo posto, dietro ai due plurivincitori della Giostra, è stato quello ottenuto da Enrico Giusti di Sant’Emidio (che ha cavalcato il purosangue irlandese di 8 anni “Ledi Gabri”), con 1860 punti. Giusti è apparso in forma e ha eguagliato il risultato ottenuto nell’edizione di agosto 2017: un segnale di ottimismo per il Sestiere rossoverde.  Sono stati fatti indubbiamente dei passi avanti, ma manca ancora il “salto di qualità” per giungere alla vittoria, che non arriva dal 1998.

La quarta piazza è andata a Fabio Picchioni per Porta Romana (con “Genoria”, purosangue inglese di 8 anni, che ha dovuto sostituire il non idoneo “Padania Felix”), che ha ottenuto 1808 punti. Una Quintana sottotono per lui, dato che nelle precedenti quattro partecipazioni aveva ottenuto un successo e tre secondi posti.

Quinto posto per Porta Maggiore con Mattia Zannori (in sella al debuttante purosangue irlandese di 10 anni), con 1772 punti. I  neroverdi dovranno rinviare ancora una volta la vittoria, che manca da ben 36 anni, ovvero dal 1982; i sestieranti sperano che il lungo digiuno venga spezzato, prima o poi.

In ultima posizione è arrivato il diciannovenne Nicholas Lionetti della Piazzarola (con l’anglo-arabo di 10 anni “Plutarco di Bonorva”), che ha ottenuto 1742 punti. Il giovane cavaliere, probabilmente, ha ancora bisogno di fare esperienza con la Quintana, ma l’età è dalla sua parte.

La Quintana di Luglio 2018 è stata una delle più spettacolari e appassionanti degli ultimi anni, poichè tutti e sei i cavalieri hanno portato a termine le tre tornate della Giostra, cosa che non accadeva da molto tempo. Segno che il livello della competizione è aumentato di molto, anche grazie al rifacimento della pista che è avvenuto nel mese di maggio.

Gremiti gli spalti del Campo dei Giochi “Squarcia”: i tifosi hanno incitato i Sestieri con un tripudio di bandiere, fumogeni e cori da stadio. Molto apprezzata la tradizionale la “bomba” (il momento in cui gli sbandieratori di tutti i Sestieri lanciano simultaneamente in aria le loro bandiere).

Classifica 1^ tornata

  1. Porta Solestà   640 punti (1 penalità: -30 punti)
  2. Porta Tufilla   628 punti (1 penalità: -30 punti)
  3. Sant’Emidio   624 punti
  4. Piazzarola   624 punti (1 penalità: -30 punti) 
  5. Porta Romana   610 punti
  6. Porta Maggiore   590 punti (1 penalità: -30 punti)

Classifica 2^ tornata

  1. Porta Tufilla   1294 punti
  2. Porta Solestà   1288 punti
  3. Sant’Emidio   1256 punti
  4. Porta Romana   1214 punti
  5. Porta Maggiore   1168 punti (1 penalità: -30 punti)
  6. Piazzarola   1118 punti (4 penalità: -120 punti)

Classifica finale Quintana Luglio 2018

  1. Porta Tufilla   1944 punti
  2. Porta Solestà   1922 punti
  3. Sant’Emidio  1860 punti
  4. Porta Romana   1808 punti
  5. Porta Maggiore   1772 punti
  6. Piazzarola  1742 punti

Leggi anche: “Quintana Ascoli 2018: date, orari e biglietti”

 

 

 

TAG: , , , ,