Articolo
Testo articolo principale

La Quintana di luglio 2018 è in archivio e già si pensa alla oramai prossima Giostra del 5 agosto, in onore del Patrono Sant’Emidio. Vediamo qual è il bilancio della Quintana di luglio e del “Palio Sbandieratori e Musici”, da parte del Console di Sant’Emidio Vittorio Crescenzi.

Il Console di Sant’Emidio, Vittorio Crescenzi 

“Il bilancio, per il Sestiere di Sant’Emidio, della Quintana di luglio e del Palio degli Sbandieratori è più che buono.

Il cavaliere Enrico Giusti ha riconfermato, con il suo terzo posto, il risultato dell’edizione di agosto 2017, con maggior precisione al bersaglio. Questo vuol dire impegno, allenamento e continuità; l’obiettivo che il nostro Sestiere si era prefissato è stato raggiunto, quello di uscire dalle ultime posizioni, scomode e demotivanti degli ultimi anni.

L’esperienza e l’impegno di Giusti hanno fatto la differenza, poichè è molto difficile gareggiare contro i due cavalieri più competitivi della Quintana, che si contendono ogni anno il successo.

L’obiettivo finale del Sestiere di Sant’Emidio è quello di vincere il Palio e, con la costanza, l’impegno e l’allenamento, questo prima o poi accadrà”. 

Gli Sbandieratori e i Musici

“Per ciò che riguarda il Palio degli Sbandieratori di luglio, è da rilevare il successo della nostra Piccola Squadra e della Grande Squadra, andate a podio, con degli ottimi terzi posti, oltre alle buone esibizioni del Singolo e della Coppia, con un buon piazzamento al quarto posto nella classifica finale.

I nostri Sbandieratori e Musici hanno aderito alla FISB in ritardo rispetto agli altri ed hanno già recuperato, alla grande, il gap competitivo che avevano. Questo è confermato dai risultati della Tenzone Argentea a Ferrara, dei giorni scorsi, dove la Piccola Squadra si è classificata al secondo posto, i Musici hanno moltiplicato per quattro il voto finale, rispetto a quello dal quale erano partiti, e nella classifica combinata i nostri ragazzi sono arrivati al sesto posto su 18 formazioni concorrenti.

Un ottimo risultato per la permanenza in A2, categoria conquistata lo scorso anno; anche qui si tratta di lavoro, allenamento e sacrifici, ma con risultati evidenti e motivanti”.

Le aspettative per la Giostra di agosto

“Riguardo la Quintana del 5 agosto, entra in campo un secondo cavaliere, Riccardo Raponi, venticinquenne di Porto Recanati, che esordisce per noi nella Quintana dedicata a Sant’Emidio. Un cavaliere più giovane, che rappresenta quello che è stato il progetto messo in atto dal Sestiere, in questi ultimi anni, con un rinnovamento della scuderia, più competitività e vittoria del Palio. 

Questo percorso programmato prevedeva l’esperienza di Giusti da un lato e il futuro con cavalieri più giovani dall’altro, tutto sta procedendo come programmato. Enrico Giusti che aiuta i più giovani a sviluppare le loro capacità, migliori cavalcature a disposizione e la volontà di raggiungere traguardi ambiziosi, sono la ricetta per tornare a competere e vincere.

Raponi si sta allenando dallo scorso anno ed è ormai pronto per l’esordio, a giudizio dello staff tecnico che ci ha accompagnato in questo tragitto. Ottime le sue prestazioni, sia in allenamento che nelle prove al Campo.

Tutti sanno che l’esordio non è facile, la sua capacità si è già espressa in altre Quintane che ha corso in altre località, un esempio per tutte quella di Foligno. Il ragazzo è coraggioso ed ha appreso bene la tecnica dell’assalto al Moro che, indubbiamente, è la differenza tra la nostra e le altre Giostre, ma con coraggio, impegno e anche un po’ di fortuna, che sarebbe ora ci voglia assistere, potrebbe fare un ottimo risultato.

Di più non voglio dire, perché la scaramanzia, in questi casi, è d’obbligo”.

TAG: , , , ,