Articolo
Testo articolo principale

Lucca Comics 2018, al “Cartoon Music Contest” del festival lucchese c’è stata una grande esibizione della band ascolana “The Misfits-Cartoon Cover Band”, che ha vinto ben tre premi.

Il gruppo, che esegue canzoni tratte dalle colonne sonore dei cartoni animati, si è infatti aggiudicato il Premio “Red Phoenix”, in virtù del quale sarà possibile incidere una canzone della colonna sonora italiana del film d’animazione giapponese “Penguin Highway”. La band nostrana ha ottenuto altri due importanti riconoscimenti: Arianna Marconi (la “voce” femminile del gruppo) è stata proclamata “Migliore cantante” del Contest, mentre la bassista Giorgia Natalini è stata premiata “Migliore musicista”.

Questa la formazione completa della band: Arianna Marconi (voce); Andrea Gagliardi (chitarra); Andrea Giardina (chitarra e voce); Alfredo Gagliardi (tastiere e voce); Giorgia Natalini (basso); Pierpaolo Sita (batteria); Stefano Albanesi (voce).

Abbiamo intervistato la cantante dei “The Misfits”, Arianna Marconi, che ha svelato qualche curiosità sulla band e ha raccontato l’esperienza vissuta a “Lucca Comics 2018”.

Quando è nata la band e perchè avete deciso di chiamarvi “The Misfits”?                          La band si è formata nel 2014 per festeggiare i 20 anni dell’Associazione Culturale “Dimensione Fumetto” di Ascoli Piceno. Era una band costituita da soci che doveva esistere per una sola serata. Dovevamo chiamarci “Jem e gli Holograms” (dal nome della serie animata americana), ma, poco tempo prima dei festeggiamenti per la costituzione della band, ad Ascoli è nato un gruppo che si chiama “The Holograms”. Dato che ci avevano “rubato” il nome, abbiamo deciso di chiamarci come il gruppo antagonista del cartone “Jem e le Holograms”, ovvero…”MISFITS”. Poi, questo nome significa “disadattati” e direi che ci calza a pennello!

Cosa significa, per voi, aver vinto il Premio “Red Phoenix” e di cosa si tratta?  L’Associazione Culturale “Red Phoenix”, organizzatrice del “Cartoon Music Contest”, ha messo in palio la possibilità di incidere la sigla di un “anime” (film d’animazione giapponese) a livello nazionale. Per noi è stato il premio più bello che avessimo potuto ricevere. Pensare che saremo noi, con i nostri strumenti, ad aprire con la sigla iniziale un cartone animato, ci fa venire la pelle d’oca.

La partecipazione al festival di Lucca può rappresentare, per voi, un “trampolino di lancio” a livello nazionale?                                                                                                        Beh…chissà! In realtà abbiamo avuto l’occasione di suonare su un palco che è il “Sanremo” del nostro repertorio, quindi sicuramente porterà delle belle novità (almeno, fino ad ora, le ha portate). Certo è che abbiamo avuto l’onore di conoscere tante persone “importanti” nel settore musicale (penso, su tutti, al fantastico Enzo Draghi!). Per chi non lo sapesse, Enzo Draghi è un cantautore e compositore, famoso soprattutto per la sua interpretazione di sigle dei cartoni animati.

Le canzoni che suonate sono tratte dalle colonne sonore dei cartoni animati. Come mai, secondo te, nelle reti generaliste non c’è più una “Tv dei Ragazzi”?                                       E’ troppo difficile rispondere a questa domanda. Si è persa la pazienza e la costanza di seguire un percorso, in tutti i campi. Tutto deve iniziare e finire in un certo tempo, ai bambini vengono mostrati cartoni animati ricchi di episodi singoli, ma senza una trama. Penso che l’era tecnologica ci abbia impigriti: per carità, sono sostenitrice della tecnologia; ma ormai non si memorizza più nulla, non si “aspetta” nulla. Quando ero ragazzina io, dovevo sapere a memoria i numeri di telefono per qualsiasi emergenza. Ora è tutto salvato sul cellulare (che, se poi è scarico, non ti ricordi nemmeno il numero di tuo padre). Quando ero ragazzina, venivano trasmessi i cartoni con storie vere e proprie (Lady Oscar, Holly e Benji, Mila e Shiro, Sailor Moon, Dragon Ball…) e se perdevi una puntata erano guai! Adesso puoi vedere e rivedere ciò che vuoi quando vuoi, non c’è più l’attesa. Non c’è più una “Tv dei Ragazzi” perchè…non loro la vedrebbero, non sarebbero costanti, si stancherebbero dopo due giorni.

Quali emozioni hai provato, quando sei stata proclamata “Migliore cantante” del “Cartoon Music Contest”  a “Lucca Comics 2018”?                                                                    Sicuramente una grande sorpresa. Sinceramente, a livello tecnico c’erano almeno altri due super Cantanti, non pensavo proprio che quel premio sarebbe finito a me. Quando Enzo Draghi ha detto che ero io la vincitrice, l’ho guardato come per dire: “Amico, mi sa che stai sbagliando”. Poi non ho resistito, l’ho abbracciato e mi ha preso in braccio! Ahahah! Per me lui è un punto di riferimento importante, quindi… sono tuttora emozionatissima!

Quali sono i tuoi cantanti o gruppi musicali di riferimento?                                                     I miei musicisti di riferimento sono Queen, Guns’n’roses, Foo Fighters, AC/DC, Aerosmith, Bon Jovi…Insomma, tutto ciò che non c’entra niente con le canzoni che fanno parte del repertorio della band.

Che progetti avete, per il futuro della band “The Misfits”?                                                       Suonare, suonare, suonare, continuando a divertirci come bambini!

Lucca Comics 2018

“The Misfits” al completo: Alfredo Gagliardi, Andrea Gagliardi, Stefano Albanesi, Giorgia Natalini, Arianna Marconi, Pierpaolo Sita, Andrea Giardina.

TAG: , , , , , , , ,