Articolo
Testo articolo principale

Piero Angela, celebre giornalista e divulgatore scientifico, compie 90 anni. A fare gli auguri al “Piero nazionale”, per l’importante traguardo raggiunto, è stato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, come riportato da un tweet dell’account del Quirinale.

Piero Angela è, attualmente, un impeccabile conduttore della trasmissione “SuperQuark” in onda su Rai Uno, oltre ad essere il migliore divulgatore scientifico a livello nazionale e mondiale, molto amato e seguito da tutte le generazioni. Durante un’intervista, Piero ha affermato che festeggerà i 90 anni in compagnia della sua famiglia e degli amici, con una piccola jazz-band che farà da sottofondo ai festeggiamenti.

Piero Angela, i 90 anni di un “gentlemen” della televisione italiana

Piero Angela ha iniziato la sua carriera televisiva negli Anni Cinquanta, come cronista del Giornale Radio della Rai. Nel 1954, con l’arrivo delle prime trasmissioni televisive, è passato alla redazione del Telegiornale, per il quale è stato Corrispondente da Parigi e Bruxelles. In seguito ha condotto il Telegiornale Uno e, nel 1976, è stato il primo conduttore ufficiale del Tg2, che in precedenza non veniva condotto da giornalisti professionisti.

Nel 1968, Angela ha realizzato una serie di documentari dal titolo “Il futuro nello spazio”, sul tema della missione spaziale Apollo; durante le riprese, che furono effettuate negli Stati Uniti, realizzò anche molti collegamenti in diretta per la Rai, in occasione del lancio della navicella Saturn V, che portò i primi astronauti sulla Luna.

A partire dai primi Anni Settanta, Piero Angela ha iniziato a realizzare delle trasmissioni di divulgazione scientifica e naturalistica per la Rai: la prima è stata “Destinazione uomo” nel 1971, uno dei primi programmi televisivi di questo genere rivolti a un pubblico generalista. A partire dal 1981, ha avuto inizio la serie di programmi divulgativi intitolata “Quark”, della durata di un’ora ciascuno. La formula adottata da “Quark” era, al tempo, innovativa e utilizzava i migliori mezzi tecnologici a disposizione: ad esempio, i documentari della BBC e quelli di David Attenborough, oltre ai cartoni animati di Bruno Bozzetto usati per spiegare i concetti più difficili da comprendere.

Nel 1995, è nata la trasmissione televisiva “SuperQuark”, che da ben 23 anni entra piacevolmente nelle case degli italiani. Rispetto ai precedenti programmi di divulgazione, la durata è raddoppiata (da un’ora si è passati a due ore), ma c’è stato anche un arricchimento nei contenuti. Infatti, oltre al documentario naturalistico iniziale e alle consuete rubriche scientifiche, nel corso degli anni è stato dato spazio anche ai progressi della tecnologia, alla storia, alla cultura, alla musica, alle buone pratiche riguardanti l’alimentazione, all’economia e al lavoro. Tra i collaboratori del conduttore, è doveroso ricordare i più importanti: lo storico Alessandro Barbero, il fisico Paco Lanciano, il nutrizionista Carlo Cannella, l’etologo Danilo Mainardi e l’astrofisico Giovanni Bignami.

La sigla di “SuperQuark” è una melodia della band “Swingle Singers” che è stata tratta dall’Aria sulla Quarta Corda di Bach, mentre la “voce fuori campo” di servizi e documentari è stata, fino al 2008, quella di Claudio Capone.

Durante una diretta Facebook, Piero Angela ha annunciato che sono stati aperti gli account ufficiali di “SuperQuark” sui social network, mentre si preannunciano grandi novità per la prossima stagione.

Grazie alla professionalità, alla bravura, al garbo e alla competenza di Piero Angela, un “gentlemen” della Tv italiana, “SuperQuark” è, tuttora, uno dei programmi televisivi più apprezzati dal pubblico e fa registrare ottimi indici di ascolto.

Piero Angela, qualche curiosità sul conduttore di “SuperQuark”

Piero Angela, oltre ad essere uno stimato conduttore e un divulgatore televisivo, è anche un eccellente pianista, appassionato soprattutto di musica jazz; quando aveva circa 20 anni, nei locali in cui suonava, si faceva chiamare con lo pseudonimo di “Peter Angel”.

Al grande Piero Angela sono stati dedicati un asteroide (il 7197 Pieroangela, scoperto nel 1994), un mollusco (Babylonia Pieroangelai) e una conchiglia del “Museo malacologico” di Cupra Marittima (chiamata Gibberula angelarum).

Non ha conseguito una laurea universitaria, ma, grazie alla sua immensa cultura, ha ottenuto ben 10 Lauree honoris causa; inoltre, ha vinto 7 “Telegatti” ed è “Grande Ufficiale della Repubblica Italiana”.

È anche un appassionato di scacchi: pur definendosi un “giocatore amatoriale”, è stato tra gli ospiti d’onore delle Olimpiadi di scacchi del 2006 a Torino.

Infine, qualche dato sulla sua professione: Piero Angela ha condotto oltre 30 programmi televisivi diversi, quasi tutti legati alla divulgazione scientifica; inoltre, ha scritto circa 40 libri (alcuni da solo, altri con suo figlio Alberto e altri ancora in collaborazione con studiosi ed esperti).

BUON COMPLEANNO, PIERO ANGELA!!!

 

TAG: , , , , , , , , , , ,