Articolo
Testo articolo principale

Nel corso del 2018 che sta per terminare, i Coldplay hanno festeggiato i 10 anni dalla pubblicazione di “Viva la Vida”, canzone-simbolo della band britannica di musica rock e pop. Il gruppo, nato a Londra nel 1997, è composto dal leader e frontman Chris Martin (voce, pianoforte, chitarra acustica), da Jonny Buckland (chitarra elettrica e cori), Guy Berryman (basso, cori) e Will Champions (batteria e cori).

I Coldplay, dal 1997 ad oggi, hanno pubblicato 12 album (7 in studio, 5 live) e una raccolta). Gli album incisi in studio sono stati Parachutes” (2000), A Rush of Blood to the Head” (2002), X&Y” (2005), Viva la Vida or Death and All His Friends” (2008), Mylo Xyloto” (2011), “Ghost Stories” (2013) e A Head Full of Dreams” (2014). 

Nell’album “Viva la Vida or Death and All His Friends”, pubblicato nel 2008, è presente il singolo che più rappresenta lo stile della band: Viva la Vida. Scopriamo il significato di una tra le migliori canzoni Coldplay, coinvolgente ed emozionante.

Il significato di Viva la Vida, canzone-simbolo dei Coldplay

Uscito nel giugno 2008, come secondo estratto dal quarto album in studio “Viva la Vida or Death and All His Friends”, il singolo “Viva la Vida” dei Coldplay ha ricevuto una candidatura ai Grammy Awards 2009 nella categoria “Registrazione dell’anno” e ha vinto due premi nelle categorie “Canzone dell’anno” e “Miglior interpretazione vocale di gruppo”.

“Viva la Vida” appare come una riflessione sulla fugacità dell’esistenza umana, quasi fosse una trasposizione musicale dell’espressione “Carpe diem” del poeta latino Orazio. E’ anche una canzone che parla dell’incapacità degli esseri umani di mantenere la felicità che si sono conquistati, poichè le emozioni e gli stati d’animo sono variabili.

Il carattere enigmatico del brano è rintracciabile nei numerosi riferimenti religiosi e storici, che suonano come un invito a vivere intensamente ogni istante della nostra vita e a non fermarsi di fronte alle difficoltà.

Ad esempio, i “pilastri di sabbia” (“pillars of sand”) sono un riferimento alla parabola evangelica in cui Gesù Cristo parla dello stolto, il quale costruisce la casa sulla sabbia, mentre il saggio la edifica sulla roccia. Inoltre, “So che San Pietro non chiamerà il mio nome” (“I know Saint Peter won’t call my name”) fa riferimento al Vangelo di Matteo (Capitolo 16, versetto 19), nel passo in cui Gesù dice a San Pietro che gli darà le chiavi del Regno dei Cieli, affidando all’apostolo il compito di presidiare la porta del Paradiso, concedendo o negandovi l’entrata. Inoltre, la “spada” e lo “scudo” (“sword” e “shield”), sono un rimando alla Lettera di San Paolo agli Efesini (in cui si parla dello “Scudo della Fede” e della “Spada dello Spirito”).

Altre espressioni dal sapore biblico, potrebbero essere: “Il mare si alzava quando io lo dicevo” (“Seas would rise when I gave the word”) con un riferimento a Mosè che separa le acque del Mar Rosso, e “La mia testa su un vassoio d’argento” (“For my head on a silver plate”) riferito alla decapitazione di Giovanni Battista.

Un riferimento storico al passato, è il verso “Io tiravo il dado” (“I used to roll the dice”), che indica Giulio Cesare e il suo “Alea iacta est” dopo aver oltrepassato il fiume Rubicone.

Qui il testo completo di “Viva la Vida” dei Coldplay.

Il significato di Viva la Vida, per il leader Chris Martin e per Guy Berryman

Il leader dei Coldplay, Chris Martin, in un’intervista ha spiegato il significato del brano: “Sono sempre stato un ragazzo disobbediente e mi ha sempre affascinato l’idea della fine dell’esistenza umana e dell’analisi di cosa ci sia oltre”. Inoltre, il cantante ha dichiarato che “non bisogna distruggere quello che, di positivo, abbiamo costruito nella vita. Questa canzone è una delle nostre preferite, ci piace molto suonarla suonarla e, come gruppo, ogni volta ci sorprende sempre di più”.

In un’altra intervista, il bassista Guy Berryman ha detto: “È la storia di un re che perde il suo regno, tutto l’album è basato sull’idea della rivoluzione. Da un lato c’è un punto di vista anti-autoritario, dall’altro invitiamo chi ci ascolta ad apprezzare le emozioni che ci regala la vita. Da qui il titolo dell’album”.

TAG: , , , , , , , ,