Articolo
Testo articolo principale

Carnevale Storico del Piceno 2020: mancano pochi giorni alla settimana di Carnevale, si scaldano i motori per gli allegri e colorati eventi. Sono state presentate le iniziative del “Carnevale Storico del Piceno 2020”, che coinvolge le manifestazioni carnascialesche di quattro territori piceni: Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Castignano e Offida.

Carnevale Storico del Piceno 2020: fare squadra, nel rispetto delle singole tradizioni

E’ iniziato il conto allo rovescia per il Carnevale Storico del Piceno, che è sinonimo di tradizione e cultura popolare; sotto questo nome, sono riuniti tutti e quattro i Carnevali dei Comuni presenti nel territorio piceno: quelli di Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Castignano e Offida (uniti per fare squadra, ma ognuno con la sua specificità e diversità).

“Il Carnevale del Piceno – ha spiegato Marco Olori (Presidente dell’Associazione “Il Carnevale di Ascoli Piceno”) – è un Carnevale storico e povero, poichè è qualcosa di tradizionale. Guai a chi tocca la tradizione del Carnevale Storico. Ognuno dei quattro Carnevali è autonomo, con la sua tradizione; ma oggi ci siamo ricompattati insieme, perchè crediamo nel lavoro di squadra. Riguardo il Carnevale ascolano, chi viene a vederlo deve rimanere entusiasta. Nei prossimi giorni, presenteremo il programma delle iniziative, ma ci saranno pochi cambiamenti; perchè il Carnevale, come si dice, più si tocca e più si rovina”.

Il calendario dettagliato delle iniziative, relative al Carnevale di Ascoli Piceno, sarà presentato lunedì 17 febbraio, nel corso di una conferenza stampa.

Il Carnevale nel territorio Piceno

-Carnevale di Acquasanta Terme

Il Carnevale di Acquasanta Terme si svolgerà nelle due frazioni di Pozza e Umito. “Vogliamo esportare il Carnevale di Acquasanta anche verso l’esterno. – ha dichiarato Elisa Ionni, Assessore al Turismo del Comune di Acquasanta Terme – Per questo, lo scorso anno abbiamo effettuato diverse trasferte e gemellaggi, come quello con i ‘Pulcinella abruzzesi’. Ma siamo stati anche in Sicilia, in Molise e a Montreal, in Canada (dove ci ha invitato una comunità di italiani che vivono lì). E’ giusto far conoscere il Carnevale a livello territoriale, ma si deve parlare del Carnevale anche fuori dal territorio.

Un anno fa, complice anche il tempo clemente, abbiamo registrato il record di presenze, tra Umito e Pozza. Abbiamo, inoltre, pensato che si potrebbe svolgere un’edizione carnevalesca estiva (in collaborazione con i Carnevali di Ascoli Piceno, Offida e Castignano), nel periodo in cui ci sono delle presenze turistiche rilevanti”.

-Carnevale di Castignano

Francesco Tomassini (Assessore alla Cultura del Comune di Castignano) ha affermato: “Finora, c’è stato un periodo di pausa del Carnevale, che finirà sabato 15 febbraio, con il ‘Veglione in Maschera a tema’ nelle Grotte del Centro Storico. Nella giornata di Giovedì Grasso, si potranno mangiare le tipiche frittelle, che noi chiamiamo ‘Pizze Onte’, in Piazza Umberto I, ed eleggeremo il Re Carnevale, sulla base di una gara enogastronomica; sarà il personaggio che aprirà la serata dei ‘Moccoli’. I bagordi del Carnevale finiranno martedì 25 febbraio, con i gruppi mascherati e carri allegorici, ma soprattutti con la ‘sfilata de Li Moccule’ e il fuoco purificatore”.

-Carnevale di Offida

Infine, il Carnevale di Offida, che è già iniziato il 17 Gennaio. Cristina Capriotti (Assessore al Turismo del Comune offidano) ha dichiarato: “Contiamo di avere una ricca e sana partecipazione al nostro Carnevale; il ‘clou’ ci sarà con il Bove Finto e i V’Lurd. E’ stata stipulata una convenzione con Trenitalia, per l’istituzione di corse aggiuntive dei treni, in modo da garantire un trasporto sicuro ai visitatori. Offida è pronta ad ospitare più persone possibili, ma nel rispetto della comunità, evitando degrado e atti vandalici”.

“C’è un interesse sempre maggiore per il nostro Carnevale – ha detto Tonino Pierantozzi, della Pro Loco di Offida – Durante la ‘Domenica dei parenti’, ci saranno iniziative per famiglie e bambini, poi musica e divertimento con le Congreghe. Giovedì Grasso, alle 12, il sindaco consegnerà le ‘Chiavi della città’ ad una delle Congreghe offidane; poi ci sarà un Veglione per i bambini. Venerdì sarà il giorno della corsa col Bove Finto. Domenica il ‘Veglionissimo’ con concorso a premi, mentre il lunedì ‘Veglione in maschera’. Chiusura del Carnevale con i V’Lurd del Martedì Grasso (25 febbraio), con la purificazione dagli stravizi carnascialeschi”.

TAG: , , , , , ,