Articolo
Testo articolo principale

Comunali Ascoli 2019: è stata presentata la lista civica Ascoli nel futuro, che si presenterà alle elezioni nell’area del Centrodestra (in alternativa alla Sinistra e ai Cinque Stelle).

Ne hanno parlato il capo del movimento civico Valentino Tega (ex-assessore della Giunta Castelli) e i consiglieri comunali Igino Cacciatori Francesco Ciabattoni, Maria Chiara Martini, Laura Balestra e Laura Castelletti.

Comunali Ascoli 2019, il programma di Ascoli nel Futuro

La lista ha iniziato in anticipo la campagna elettorale per le Elezioni amministrative con la consapevolezza che, a detta dei suoi rappresentanti, “la politica è un impegno sociale”.

Tra i punti programmatici della lista, elencati da Valentino Tega, tre sono i più importanti:

  • Il post-terremoto“Abbiamo l’obiettivo di creare una commissione permanente che monitori la ricostruzione, pensiamo anche a delle iniziative per sensibilizzare sulle tematiche collegate al terremoto”;
  • I parcheggi: “Vogliamo far riacquistare i parcheggi, attualmente in mano alla società Saba, al Comune di Ascoli; siamo a favore della costituzione di una società pubblico-privata che gestisca in modo flessibile i parcheggi, nel rispetto dei cittadini ascolani. Infine, è necessario riaprire, al traffico delle auto, alcune aree che sono state chiuse, come la zona Carisap e Corso Mazzini-zona Via Sacconi”.
  • La sanità e l’ospedale: “Pensiamo che sia necessario sviluppare l’ospedale ‘Mazzoni’ di Ascoli e affiancarlo ad una struttura nuova sulla costa, nella zona Sentina di Porto d’Ascoli. I due ospedali dovrebbero essere amministrati da un’Azienda ospedaliera unica, dotata di risorse adeguate”.

Chi c’è dentro la lista Ascoli nel futuro

Igino Cacciatori ha dichiarato: “Ad Ascoli, il commercio non esiste più e mancano molti servizi per i cittadini. Vogliamo risolvere il problema del commercio, anche per far ripopolare il Centro Storico. Inoltre, sarà necessario calmierare i prezzi degli affitti, intervenendo anche con incentivi e sgravi fiscali per i proprietari che affittano immobili. Si devono affiancare, alla Quintana e al Carnevale, degli eventi alternativi, per destagionalizzare il turismo rispetto ai 3-4 mesi di maggiore affluenza. Riguardo lo sport, dobbiamo riqualificare lo stadio e i campi sportivi cittadini. In linea con le altre città, sarebbe opportuno avere un Palazzetto dello Sport”.

Laura Balestra ha detto: “Riguardo la cultura, abbiamo l’obiettivo di creare un’Accademia del Travertino ascolano, sotto la guida del Prof. Giuliano Giuliani. Si potrebbero anche introdurre nuovi Giochi storici di rievocazione, che valorizzino l’epoca romana di Ascoli, anche attraverso la figura di Publio Ventidio Basso; questo per ottenere un ritorno in termini turistici ed economici”.

Infine, Maria Chiara Martini ha dichiarato: “Per il sociale, servono politiche vicine ai cittadini nel campo della disoccupazione e della povertà, non tralasciando la lotta alla tossicodipendenza. Vorremmo istituire delle ‘Giornate del merito’ che diano lustro alle eccellenze giovanili della città di Ascoli, nei vari settori”.

TAG: , , , ,