Articolo
Testo articolo principale

Quintana Luglio 2019: presso la Sala della Vittoria, nella Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, è stato presentato il Palio che sarà assegnato al Sestiere vincitore della Quintana di luglio 2019. All’evento erano presenti, oltre all’autore del prezioso drappo, il giovane artista ascolano di 26 anni Pierluigi Pavoni, anche le autorità cittadine e quintanare: Marco Fioravanti (Sindaco di Ascoli Piceno e nuovo “Magnifico Messere” della Quintana) e Massimo Massetti (Presidente del “Consiglio degli Anziani”, che ha sostituito da alcuni anni l’Ente Quintana). Il Prof. Stefano Papetti (Direttore della Pinacoteca Civica di Ascoli), invece, era assente alla presentazione.

Quintana Luglio 2019, Massetti: “La Quintana attraversa passato, presente e futuro”

Il Presidente del “Consiglio degli Anziani”, Massimo Massetti, ha affermato: “Ringrazio il giovane e talentuoso artista Pierluigi Pavoni, che è autore del Palio della Quintana di luglio. I quintanari guardano al Palio con rispetto (perchè va conquistato sul campo) e con speranza (di poterlo portare nella sede del proprio Sestiere). La Quintana è un cammino fatto insieme, che attraversa le tre fasi di passato, presente e futuro. Si deve conoscere il passato, per poter vivere il presente e poter pianificare il futuro.

Al nuovo ‘Magnifico Messere’, uno dei più giovani di sempre, auguro di poter svolgere bene il suo lavoro, ma anche di provare a far uscire la Quintana di Ascoli dai confini nazionali, per farla conoscere maggiormente”.

L’intervento del Sindaco e “Magnifico Messere” Fioravanti

Il Sindaco e “Magnifico Messere” Marco Fioravanti ha salutato i presenti, pronunciando il suo primo intervento nel ruolo quintanaro: “Sono veramente emozionato, per la prima volta, parlo nella veste di ‘Magnifico Messere’, anche se il giuramento ci sarà la prossima settimana. Confermo la fiducia a Massimo Massetti e al ‘Consiglio degli Anziani’, ringraziandoli per la passione e la professionalità con cui svolgono il loro lavoro. Faccio i complimenti al giovanissimo artista ascolano, che ha realizzato il Palio di luglio. Con la Quintana, che sta per iniziare, si raccoglieranno i frutti di un lavoro intenso, che è fatto di sacrificio e allenamento.

La forza della Quintana, per la città di Ascoli Piceno, consiste nell’unire molte persone, intorno ad una passione comune. La Quintana è parte della storia di Ascoli e sprigiona delle grandi emozioni, in un concatenarsi di suoni (rullo dei tamburi, squillare delle chiarine) e colori (bandiere, costumi). La Quintana rappresenta anche un volàno turistico per la città, ma bisogna essere ambiziosi e valorizzare ulteriormente la manifestazione, anche a livello internazionale. Bisogna far scoprire (a chi non li conosce) l’affascinante corteo, la Giostra al Campo dei Giochi, l’eleganza delle dame ed altri elementi, che fanno della Quintana uno spettacolo unico.

Per guardare al futuro, è anche necessario guardare quanto è stato fatto nel passato; per questo, vorrei ringraziare tutti i quintanari che ora non ci sono più. Per far sì che la Quintana diventi un’opportunità di crescita economica e sociale, si deve lavorare tutti insieme. Dobbiamo essere orgogliosi di essere ascolani e di poter partecipare alla Quintana di Ascoli Piceno”.

Quintana Luglio 2019: l’autore del Palio, il 26enne Pierluigi Pavoni

Il Palio dell’edizione di luglio 2019 della Quintana di Ascoli Piceno è il 26enne ascolano Pierluigi Pavoni: è un “figlio d’arte”, dato che suo padre è il restauratore Angelo Pavoni. Il giovane artista ha descritto l’opera che ha realizzato: “Il Palio rappresenta un Sant’Emidio protettore, che protende una mano sulla città di Ascoli. Nella parte centrale, si possono notare una veduta della città e il Colle San Marco. Nella parte inferiore, ho raffigurato l’assalto di un cavaliere al Moro. Il cavaliere, a destra e a sinistra, è affiancato da due statue di Cecco d’Ascoli (una dello scultore Edoardo Cammilli, l’altra dello scultore Giuseppe Inghilleri); ho rappresentato il personaggio ascolano, in occasione del 750° anniversario della sua nascita.

In arte, è ricorrente il tema del sacro e del profano; mentre Sant’Emidio rientra nella categoria dei Santi, Cecco d’Ascoli è nella categoria degli eretici. Ho realizzato il dipinto con la pittura ad olio, il procedimento è stato molto lento, ma sono molto soddisfatto. Ringrazio la Commissione di valutazione del Palio, che ha riposto fiducia in me”.

Quintana Luglio 2019

Il coreografo Mirko Isopi e le Nobildonne del Gruppo Comunale

Nobildonne del Gruppo Comunale

Nell’occasione sono state presentate anche le “Nobildonne del Gruppo Comunale”:

  • Nobildonna del Magnifico Messere: Alessandra Cornacchia
  • Nobildonna del Quartiere di Sant’Emidio: Laura Santo
  • Nobildonna del Quartiere di San Giacomo: Laura Ferretti
  • Nobildonna del Quartiere di San Venanzio: Giorgia Molini
  • Nobildonna del Quartiere di Santa Maria Intervineas: Alessia Piccioni

Prossimi appuntamenti con la Quintana

Prima della Quintana di sabato 13 luglio, ci saranno due importanti appuntamenti nell’ambito quintanaro.

Nel fine settimana, in Piazza Arringo, si svolgerà la XXXI edizione del “Palio degli Sbandieratori e Musici” tra i sei Sestieri della Quintana. Sabato sera ci saranno le specialità Singolo e Piccola Squadra; domenica sera, a partire dalle 21, ci saranno le gare delle specialità Coppia, Grande Squadra e Musici.

In concomitanza con il “Palio degli Sbandieratori”,  la città di Ascoli Piceno ospiterà le gare della “Tenzone Bronzea 2019”, equivalente alla “Serie A3” del Campionato Italiano Sbandieratori e valida per la promozione in “Serie A2”.

Leggi anche: Quintana Ascoli 2019: date, orari e biglietti

TAG: , , , ,