Articolo
Testo articolo principale

Il mio kanto libero, la gara per i talenti canori del territori, e per tutti coloro che amano il canto in senso lato, torna dopo tre anni di assenza, organizzata da Nerio Masia e Paolo Nazzari, giungendo alla VII edizione.

“Come organizzatori abbiamo la volontà di migliorare la manifestazione e farla crescere nonché conoscere sempre più. Sicuramente non cambierà l’atmosfera, che sarà sempre calda, accogliente, familiare e giocosa. Perché in fondo la musica è emozione, sentimento, piacere, ma anche aggregazione, coinvolgimento, gioco, seppur in un contesto di gara. Invitiamo tutti a partecipare”, spiegano Nerio Masia e Paolo Nazzari.

Il mio kanto libero, la storia della gara

La prima edizione risale al 2011 e andò in scena al ristorante Il vecchio mulino di Controguerra. Successivamente, la gara fece tappa ad Ascoli a Villa Alvitreti, alle Sorgenti di Castel Trosino, al gazebo comunale di Venarotta, al bar Officine del Parco di piazza Immacolata e al The Black Rock River di via della Cartiera. Nata inizialmente per gioco, la manifestazione è cresciuta ed è arrivata ad avere risposte più ampie, infatti sempre più giovani provenienti dalle scuole di canto del territorio hanno deciso di iscriversi, sfruttando l’occasione per rompere il ghiaccio davanti ad un ampio pubblico e ad una giuria tecnica qualificata.

La settima edizione andrà in scena nella cornice del ristorante Miami di Villa Lempa. Si comincerà il 5 marzo e la manifestazione proseguirà per altri quattro giovedì. Qualora il numero degli iscritti dovesse essere elevato, la gara si articolerà su altre due serate aggiuntive. Il format prevede delle gare eliminatorie, la semifinale e la finale.

Le iscrizioni sono già aperte e per partecipare è necessario registrarsi attraverso la pagina facebook  Il mio kanto libero. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al numero di telefono 329/9481073 oppure al numero 345/8416852.

TAG: , , ,