Articolo
Testo articolo principale

Coronavirus: la pandemia di Covid-19, oltre ad aver modificato gli stili di vita delle persone, ha anche fermato il mondo dello sport, interrompendo le competizioni sportive e i campionati di tutto il Pianeta. La speranza è che il Coronavirus venga debellato al più presto, ma la pandemia ha già provocato il rinvio di due grandi eventi sportivi previsti per il 2020: gli Europei di calcio itineranti e le Olimpiadi estive di Tokyo.

La speranza è che si riesca a concludere il campionato di calcio entro l’anno; ma anche che si possano disputare le gare di ciclismo (compreso il Giro d’Italia), Formula1, motociclismo e tennis.

Coronavirus: tutto lo sport fermo, Europei di calcio e Olimpiadi estive rinviati al 2021

A causa della pandemia, sono stati rinviati al 2021 gli Europei di calcio e le Olimpiadi: per la prima volta nella storia, i Giochi Olimpici estivi (previsti dal 24 luglio al 9 agosto) sono stati posticipati e si disputeranno in un anno dispari (seguiti, nel 2022, dalle Olimpiadi invernali); la kermesse calcistica, invece, si sarebbe dovuta disputare tra giugno e luglio in varie Nazioni, ma l’UEFA si è trovata costretta a rimandare la competizione.

Sono stati cancellati o rinviati molti Gran Premi di Formula1: il Campionato Mondiale non inizierà prima del 14 giugno, quando è previsto il GP del Canada; ma c’è ancora incertezza sul famoso campionato automobilistico, che potrebbe concludersi a fine dicembre.

Il Mondiale di MotoGP sarebbe dovuto partire il 3 maggio, col Gran Premio di Spagna, ma è stato rinviato; si proverà a ripartire a giugno, come la Formula1, cercando di gareggiare il più possibile, magari anche a gennaio 2021.

Venendo al ciclismo, questa è la situazione delle corse a tappe: il Giro d’Italia è stato rinviato (si potrebbe recuperare a settembre/ottobre); si proverà a correre il Tour de France, che dovrebbe partire il 27 giugno; la Vuelta di Spagna è stata confermata, a partire dal 14 agosto. Le Classiche Monumento del ciclismo sospese in Primavera (Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi) potrebbero essere sospese fino a giugno. E’ possibile anche uno slittamento dei Mondiali, previsti a fine settembre.

Il tennis resterà fermo fino al 6 giugno, in attesa di notizie riguardo a “Wimbledon” (29 giugno-12 luglio); il rischio della cancellazione o del rinvio dello Slam sull’erba britannica è concreto. Il torneo “Roland Garros è già stato posticipato al 20 settembre-4 ottobre, subito dopo gli US Open. La “Coppa Davis”, invece, si giocherà a novembre.

Nel campo del rugby, bisognerà recuperare anche alcuni match del trofeo “Sei Nazioni 2020” annullati in primavera (tra i quali ci sono tre partite dell’Italia). Intanto, la Federazione Italiana Rugby ha deliberato la sospensione definitiva della stagione 2019-2020, stabilendo la mancata assegnazione del titolo di Campione d’Italia previsto dai regolamenti e, al contempo, la cancellazione di tutti i verdetti di promozione e retrocessione.

Ci si chiede, infine, se alcuni degli sport di squadra più popolari (calcio, volley, basket, pallanuoto) riusciranno a ripartire regolarmente entro maggio, oppure se ci sarà una sospensione definitiva dei campionati.

TAG: , , , , , , , , , ,